SAIt Sezione Calabria
 
23 settembre – La notte dei ricercatori

Il Planetario Provinciale Pythagoras anche quest’anno
aderisce alla "Notte dei Ricercatori", evento che coinvolge
290 città in 33 Paesi europei e che si terrà il 23 settembre.
Il Progetto, che prevede 15 manifestazioni pubbliche da
svolgersi in contemporanea in 10 regioni italiane, è stato
valutato dalla Commissione dell’Unione Europea come
miglior progetto 2011 d’Italia.
L’adesione a questo importante evento da parte della
Provincia di Reggio Calabria, rappresenta un segno di
attenzione verso il mondo della ricerca italiana a cui il
Planetario reggino ha dato un contributo con i tanti
ricercatori e docenti che si sono formati all’interno del suo
vivaio.
La manifestazione europea quest’anno coincide con
l’Equinozio d’Autunno, evento astronomico da sempre
celebrato dal Planetario con un programma speciale.
La coincidenza con "La notte dei Ricercatori" consentirà di
rendere più ricco il programma. Dal mattino fino a tarda
notte la struttura di Via Salita Zerbi sarà teatro di giochi a
quiz, incontri, conferenze con musica dal vivo e concerti.
Nel corso della mattinata si darà atto dei risultati già
conseguiti e sulla scorta di questi si presenteranno le
principali iniziative già programmate per il 2° semestre 2011.
Particolarmente significativa la presenza del prof. Roberto
Buonanno, presidente della Società Astronomica Italiana, che
ha scelto proprio questa ricorrenza per presentare il museo
virtuale: "Arte e Scienza al bivio del Seicento: Athanasius
Kircher", un lavoro didattico realizzato dalla Società
Astronomica Italiana con il contributo del Miur e la Provincia
di Reggio Calabria.
Le attività proseguiranno nel pomeriggio con le attività
dedicate ai bambini e le testimonianze dei giovani
protagonisti reggini che hanno partecipato alle "Olimpiadi di
Astronomia" e dei meno giovani oggi ricercatori e docenti
affermati.
Nella serata, dopo i saluti delle Autorità dell’Ente ci sarà la
proiezione di un video tematico sull’Equinozio d’Autunno e la conferenza del Prof. Buonanno.
Il tutto sarà allietato dal suono melodioso della fisarmonica
del maestro Adolfo Zagari e del concerto musicale diretto dal
Maestro Roberto Caridi.
Le attività dell’intensa giornata si concluderanno con
l’osservazione del Cielo con gli strumenti a cura degli Esperti
del Planetario.

Altre notizie

Archivio notizie