SAIt Sezione Calabria
 
Lettera Dirigenti Assessore alla Cultura

 

 

Gentile Dirigente,

 

con la presente, Le inoltriamo le proposte didattiche che abbiamo messo in programma per l’anno scolastico 2016/2017 con preghiera di renderla nota ai docenti.

La nostra proposta didattica si rivolge alle Scuole di ogni ordine e grado: dalla Scuola dell’Infanzia alla Scuola Secondaria di secondo grado. E per quest’ultime, come già comunicato, siamo in grado di offrire lo stage di “Alternanza Scuola-Lavoro” per le classi III e IV.

Le lezioni sono calibrate in funzione della fascia d’età e modulate sugli argomenti curriculari, con la specificità di farli uscire dall’astrattismo della lavagna e renderli visibilmente concreti. I temi possono essere concordati con gli insegnanti in modo da armonizzare i contenuti con le attività svolte in classe e, concordare, eventuali attività pratiche.

Da quest’anno, oltre allo strumento classico ottico-meccanico, il planetario si è arricchito di un sistema di proiezione ad alta definizione in grado di proporre animazioni, immagini e suoni. Un vero e proprio laboratorio astronomico, dove chiunque può sperimentare le emozioni che la volta celeste è capace di suscitare. Utilizzando la tecnologia digitale è possibile non solo osservare il Cielo alla scoperta delle sue bellezze, ma anche effettuare una esplorazione spaziale, sorvolando da vicino i pianeti del Sistema solare, nebulose, galassie, buchi neri. Il nuovo strumento offre avanzate funzioni per coinvolgere gli studenti o gli spettatori di tutte le età: ingrandire e identificare i vari oggetti, mostrare il moto dei pianeti, le costellazioni nelle varie culture, preparare delle presentazioni personalizzate di vari argomenti.

L’Astronomia, nell’ordinamento scolastico italiano, è rappresentata da contenuti curriculari e trasversali che interessano diverse discipline, tra cui Matematica, Fisica e Scienze della Terra. Essa è la Scienza, la cui pratica didattica, consente di avvalersi di diverse conoscenze e competenze che contribuiscono a realizzare un quadro organico dell’Universo nel quale viviamo. La trasversalità dell’Astronomia come disciplina scientifica risponde alle richieste della legge 107/2015, che auspica “l#39;articolazione modulare del monte orario annuale di ciascuna disciplina, ivi compresi attività e insegnamenti interdisciplinari”. Per garantire pari opportunità di successo formativo, la suddetta legge si prefigge di dare piena attuazione all’autonomia delle Istituzioni Scolastiche, auspicando percorsi formativi e iniziative per l’orientamento, il coinvolgimento degli studenti, la valorizzazione del merito e dei talenti. Oggi, nella scuola dell’Autonomia, i docenti oltre a progettare e a gestire le condizioni di flessibilità, di modularità e di discrezionalità metodologica, devono assicurare agli allievi il raggiungimento dei traguardi di competenza e degli obiettivi di apprendimento previsti dagli ordinamenti scolastici. L’Astronomia è uno di questi traguardi.

La qualità dell’offerta didattica è garantita dalla Società Astronomica Italiana che ha la responsabilità scientifica del Planetario Provinciale Pythagoras, che è di proprietà della Provincia. La Società Astronomica Italiana è Ente qualificato per la formazione dei docenti ed organizza, su affidamento del MIUR, le Olimpiadi Italiane di Astronomia.

In attesa di un Suo, ci auguriamo, positivo riscontro Le porgo distinti saluti e resto a disposizione per qualsiasi, ulteriore, chiarimento si dovesse rendere necessario.

 

Reggio Calabria, 5 ottobre 2016

 

 

Dott. Eduardo Lamberti Castronuovo

Assessore alla Cultura ed alla Legalità

Provincia Reggio Calabria

 

 

 

Altre notizie

Archivio notizie